PREVENIRE L'IPEROMOCISTEINEMIA

Consiglio vivamente un test genetico a tutti i bambini appena nati, in modo da capire immediatamente come comportarsi con il soggetto nei mesi successivi e per il resto della sua vita. Per tutti gli altri, un test nel sangue per il dosaggio dell’Omocisteina è sufficiente a capire cosa fare. Se il valore è elevato in modo grave, il test genetico si impone, altrimenti dieta e integrazione sono sufficienti a risolvere, come detto sopra. Ribadisco che il consumo di vegetali con frequenza quotidiana può aiutare. L’assunzione del solo Acido Folico sintetico è invece sconsigliata, perché potrebbe esacerbare il problema se coesistesse la mutazione genetica dell’enzima MTHFR. Naturalmente, per chi avesse problemi a mantenere nella norma l’Omocisteina (ma anche per tutti gli altri), va assolutamente evitato qualsiasi fattore di rischio di tipo cardiovascolare aggiuntivo come il fumo di sigaretta, l’assunzione di terapia estro-progestinica, il consumo di alcolici, il consumo di farmaci e il consumo di dolci, zucchero e derivati del frumento.