Vitamina D3 Colecalciferolo

16,59 €
IVA inclusa

Vitamina D3, Colecalciderolo, prodotta in Italia e veicolata da Olio Extravergine di Oliva e Olio di Cocco senza eccipienti e altri ingredienti, nella migliore tradizione Ketozona. Alternativa al sole, tutto l'anno.

 

Termini e condizioni generali di vendita

 

Spedizioni

 

Resi e Rimborsi

 

Pagamenti sicuri

Scarica la scheda del prodotto

Scarica la scheda approfondita del prodotto allegata 

Una goccia, 2000 Unità

Prodotto Italiano, senza eccipienti. Gocce in olio di oliva e di cocco

Effetto fisiologico

Osteoporosi, Demineralizzazione ossea, Malattie autoimmuni, Malattie neurodegenerative.

Vero e proprio Ormone

Alternativa al sole, tutto l'anno

Effetto fisiologico

Benessere di muscoli e cervello

Più di una vitamina, un Ormone

La Ricerca scientifica degli ultimi decenni ha portato alla luce il vero valore della vitamina D3 evidenziando che la sua carenza sia collegata al rischio di insorgenza di molte patologie croniche, come la sclerosi multipla.

La gravidanza e l'allattamento rappresentano un momento molto critico in cui la vitamina D3 diviene fondamentale per la maturazione dello scheletro del feto e del neonato. Di conseguenza il fabbisogno è superiore e l'adeguata integrazione ancora più necessaria. 

Note generali

La carenza di Vitamina D3 interessa l'80% della popolazione. Se nemmeno i giovani e i giovanissimi ne sonopreclusi, man mano che l'età avanza essa diventa sempre più incidente fino ad arrivare a colpire la quasi totalità della popolazione anziana italiana. Non sono esclusi da questo grave problema nemmeno i soggetti anziani ai quali vengono prescritti supplementi di vitamina D3. Il problema non balza all'attenzione del Medico prescrittore perché è il Medico stesso non ne controlla il valore ematologico nel tempo.

Le conseguenze più note create dalla carenza cronica di Vitamina D3 sono: diminuzione dei livelli ematici del calcio e del fosforo che possono portare ad iperparatiroidismo secondario con aumento del PTH, aumento della concentrazione di fosfatasi alcalina, alterazione dei processi di mineralizzazione fino alla possibile insorgenza di rachitismo (nel bambino), di osteomalacia e deformazione ossea (nell’adulto), di debolezza muscolare e di dolori.

Studi recenti pongono anche l'accento anche sul fatto che donne gravide con adeguati livelli di Vitamina D hanno generalmente figli più sani con minor rischio di insorgenza di patologie come il dibete 1 per questi ultimi.

Il ruolo maggiormente conosciuto della vitamina D riguarda l'omeostasi del calcio e più in generale coinvolge il metabolismo osseo. Questo è il motivo per cui i Medici di Medicina generale si interessano alla sua presenza quasi esclusivamente nelle donne oltre i 65 anni. Tuttavia, una serie sempre maggiore di studi ha evidenziato il legame tra (la carenza di) vitamina D e le patologie  croniche infiammatorie che con l'osso c'entrano ben poco. Patologie endocrine, autoimmuni, cardiovascolari e neoplastiche, tra le altre stanno sempre più legando la loro comparsa con l'insufficienza di questa straordinaria Vitamina, che in realtà è un ormone.

Vediamo di analizzare i distretti per i quali la carenza di Vitamina D comporta un rischio notevole di insorgenza di patologia cronica. 

La carenza di Vitamina D3 interessa l'80% della popolazione. Se nemmeno i giovani e i giovanissimi ne sonopreclusi, man mano che l'età avanza essa diventa sempre più incidente fino ad arrivare a colpire la quasi totalità della popolazione anziana italiana. Non sono esclusi da questo grave problema nemmeno i soggetti anziani ai quali vengono prescritti supplementi di vitamina D3. Il problema non balza all'attenzione del Medico prescrittore perché è il Medico stesso non ne controlla il valore ematologico nel tempo.

Le conseguenze più note create dalla carenza cronica di Vitamina D3 sono: diminuzione dei livelli ematici del calcio e del fosforo che possono portare ad iperparatiroidismo secondario con aumento del PTH, aumento della concentrazione di fosfatasi alcalina, alterazione dei processi di mineralizzazione fino alla possibile insorgenza di rachitismo (nel bambino), di osteomalacia e deformazione ossea (nell’adulto), di debolezza muscolare e di dolori.

Studi recenti pongono anche l'accento anche sul fatto che donne gravide con adeguati livelli di Vitamina D hanno generalmente figli più sani con minor rischio di insorgenza di patologie come il dibete 1 per questi ultimi.

Dosi e metodologia di assunzione

La somministrazione orale giornaliera di dosi adeguate risulta essere la più efficace e costante nel tempo. In letteratura si segnalano rari casi di tossicità di questa vitamina prodotti da dosi superiori a 40.000 UI giornaliere e mantenute per molto tempo ma in realtà dovute all'eccessivo assorbimento del calcio. Essendo, infatti, la Vitamina D3 addetta all'assorbimento del calcio, quando i suoi valori ematologici ritornano nella norma grazie all'adeguata supplementazione, in caso di eccessiva presenza alimentare di latticini si possono verificare fenomeni di precipitazione dei questo minerale nelle arterie con conseguente calcificazione e possibile alterazione funzionale anche grave, soprattutto a livello renale. Per evitare questo effetto collaterale è necessaria da una parte l’assunzione contemporanea di Vitamina K2 – MK7 (MENACHINONE-7) e dall'altra l'analisi del valore ematico di calcio e Vitamina D3 ogni 3/4 mesi per chiunque stia integrando quest'ultima. Qualora la calcemia risultasse ai limiti o superiore ai limiti di norma, è buona norma ridurre l'assunzione di latticini dalla dieta, oltre naturalmente a ritarare la posologia dell'integrazione giornaliera qualora la Vitamina D fosse già sufficientemente presente nel sangue.

Studi

Alcuni esperimenti in vitro effettuati effettuati negli anni 2000 hanno evidenziato come l’1,25(OH)D (la forma attiva della Vitamina D) possa stimolare la produzione di catelicidina umana (human cathelicidin antimicrobial peptide, CAMP), un peptide con azione antimicrobica, riducendo significativamente l’incidenza di infezioni respiratorie acute. Una recente meta analisi ha rilevato una forte correlazione anche tra carenza di vitamina D e tiroiditi autoimmuni (Hashimoto e Graves). Nel giugno 2007 sulla rivista “American Journal of Clinical Nutrition”, il Prof. Johan Lappe della Creighton University afferma che la supplementazione di 1100 UI/die di vitamina D3 può ridurre il rischio di insorgenza di varie forme di cancro.

Il 21 febbraio 2011 sulla rivista “Anticancer Research” viene pubblicato uno studio in cui emerge che l’assunzione quotidiana di vitamina D a dosaggi di 4.000-8.000 UI riduce di circa la metà il rischio di ammalarsi di malattie come il Diabete mellito di tipo 1 e che livelli adeguati di vitamina D nel sangue riducono la mortalità per cancro al seno, al colon-retto e al polmone.

Dalla incipiente conoscenza dei suoi meccanismi d'azione, anche genetici (è in grado di regolamentare l'attività di circa 3000 geni Umani) la comunità scientifica ritiene corretta l'identificazione della Vitamina D3 come “ormone neurosteroide”, in grado di rallentare il declino cognitivo, di incidere positivamente sulla sclerosi multipla e sulla malattia di Alzheimer.

Infine l’integrazione di vitamina D (≥800 UI al giorno) è risultata utile nell’alleviare i sintomi della depressione con un effetto positivo paragonabile a quello dei farmaci anti-depressivi.

Ingredienti

Olio extravergine di oliva, olio di Cocco, vitamina D3 – Colecalciferolo


1 goccia contiene 2000 UI di Vitamina D3

Sinergie

OSTEOPOROSI: con K2 e Krill Oil Supremo
ECZEMI: con K2 e Krill Oil Supremo
DEPRESSIONE: con Krill Oil Supremo e Astaxantina Plus
In caso di FERITE: con Lattoferrina e Argento Colloidale

Questo integratore è registrato al Ministero della Salute con il N°: 103364

Hai una domanda sul prodotto? chiamaci:

03211950376

Domande frequenti

Essendo un olio, il loro assorbimento è favorito dalla presenza di grassi, quindi nel contesto di un pasto che li contenga. Altrimenti direttamente sulla lingua.

La dose giornaliera raccomandata di Vitamina D3 è di 2000 Unità al giorno che equivalgono ad 1 goccia. La posologia va però tarata in funzione del valore ematico della 25 OH Vit.D dal proprio Medico e può dunque raggiungere dosaggi anche molto più elevati.

Prodotti correlati

Olio di Krill

Il più potente antinfiammatorio naturale
Acquista ora

LipoiCo Q10

Antiossidante totale
Acquista ora

Vitamina K2

Protegge il cuore e fortifica le ossa
Acquista ora

Ultra Vitamina C

Vitamina C Ultra
Acquista ora

Olio di Krill Supremo

LipoiCo Q10

Vitamina K2

Ultra Vitamina C

Ketozona
S007

Scheda tecnica

Contenitore
Flacone di vetro

Scarica

Scheda completa Vitamina D3

La Scheda completa del prodotto Vitamina D3

Scarica (880.25KB)

Recensioni

Valutazione 
Silvana P.
18/10/2021

Ottima

Prodotto ottimo, senza ingredienti strani, italiano al 100%

  • 2 di 2 la gente pensa che questa recensione sia utile.

Le recensioni possono essere inserite dai clienti che hanno acquistato questo prodotto